Su di un caso di reimpianto intenzionale per motivi endodontici

martedì 1 gennaio 1991

 

In coll. con: G. Gastaldi.
Pratica Odontoiatrica 1991; N 4: 22-31

Gli AA., prendendo spunto da un caso clinico, si soffermano sulle indicazioni del reimpianto dentale intenzionale in seguito a patologie di origine endodontica. Appare evidente, in funzione delle percentuali di successo delle varie terapie, che il ricorso a questa tecnica è giustificato solamente nei casi in cui hanno fallito o non sono praticabili terapie convenzionali quali trattamento endodontico ortogrado o chirurgia endodontica retrograde.

Soffermano l'attenzione sulle fasi tecniche della terapia extraorale, che deve essere il più rapide possibile, nonché sulle metodiche del reimpianto e della contenzione.

Concludono ricordando le caratteristiche intrinseche di 'ultima ratio' di questa tecnica, praticamente l'estremo tentativo prima dell'estrazione dell'elemento dentario.

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Medico Chirurgo Specialista in Odontostomatologia

Email: corsi@sandromarcoli.it

Tel: +39 030 47050

P.IVA e C.F. 02642980987

Resta sempre aggiornato

Ti invieremo notizie riguardo interessanti eventi culturali Endodontico-Conservativi. 

Esprimo il mio consenso al trattamento dei miei dati personali da parte della Sirio Education S.r.l. per le finalità a scopo informativo e promozionale di attività scientifiche di settore svolte sia attraverso mezzi automatizzati (newsletter) che tradizionali (telefonate). 

  • Bianco Facebook Icon
  • Bianco Instagram Icona