Carioresistenza e cariorecettivita' in una popolazione bresciana in dentatura decidua: ruolo del


domenica 1 gennaio 1989

In coll. con: P.L.Sapelli, A.Majorana, M.Duse, A.G.Ugazio. Stomatologia Lombardo-Veneta 1989; Anno III N 1: 3-8.

 

Con questo lavoro gli A.A. vogliono verificare se e in che misura l'alimentazione della prima infanzia giochi un ruolo significativo sull'insorgenza di patologia cariosa ed in particolare cercano di verificare il ruolo svolto dal diverso tipo di allattamento (esclusivamente con latte materno, con latti adattati o misto) sulla carioresistenza e cariorecettività.

Questo studio è stato condotto su 327 bambini di età compresa da i 48 e i 54 mesi tutti in dentatura decidua complete, e provenienti dalla provincia di Brescia e afferiti al Day Hospital della Clinica Pediatrica dell'Università di Brescia.

Nell'ottica di valutare l'importanza dell'alimentazione dei primi mesi di vita, gli A.A. hanno suddiviso i bambini in diversi gruppi in relazione al tipo di dieta lattea seguita: esclusivamente con latte materno, mista e/o esclusivamente con latte adattato.

Da questa prima analisi si evince una maggiore cariorecettività nel gruppo di bambini allattati con latti adattati, rispetto al gruppo di bambini che, invece, hanno assunto latte materno dalla nascita al divezzamento.