Innalzamento della soglia del dolore mediante applicazione di correnti alternate ad alta frequenza:


domenica 1 gennaio 1989

In coll. con: G.Gastaldi, C.Paganelli, S.Salgarello, P.Gigola, A.Cerutti. Atti del XXII Congresso Nazionale S.I.O.C.M.F. 1989: 121-126/III.

 

Gli AA. hanno voluto valutare l'efficacia e la possibile utilizzazione clinica delle correnti ad alta frequenza sviluppate dagli apparecchi E.D.A. per indurre analgesia.

Recenti studi pongono questo nuovo sistema come una possibile alternative all 'uso di anestetici tradizionali, in quanto parrebbe rappresentare un metodo non invasivo efficace per il controllo del dolore.

L'utilizzo clinico ha evidenziato discreti risultati di anestesia dei settori trattati, un'ottima tollerabilità da parte del paziente e l'immediato ripristino della sensibilità alla rimozione degli elettrodi, evitando i consueti fastidi legati al perdurare dell'anestesia tradizionale.